Home
eShop

Nuovi prodotti

questo è l'incredibile peso di questo mostro da downhill. Ci sono ancora delle piccole cosa da sistemare, deve arrivare il manubrio ENVE per sostituire il 'pesante' Renthal e forse la guarnitura del montaggio non è esattamente la più leggera del mercato, comunque sia questa è quasi una bicicletta da record e di sicuro farà felice il suo proprietario #clientefelice.

telaio: Santacruz V10 con ammo FOX
forcella: FOX 40 float 275
ruote: ENVE con mozzi Cris King  e raggi Sapim

gomme: maxxis (tubeless)
attacco manubrio e manubrio (nella versione definitiva): ENVE
gruppo: Shimano SAINT
freni: Shimano SAINT

 

 


 

La S-Works Epic 29 è la prima full con ruote 29" a vincere un mondiale, oltre all'oro olimpico. Con gruppo Shimano XTR, 100mm di escursione e il nuovo reggisella telescopico Command Post XCP, specifico per l'XC.

Specialized Epic S-WORKS 29

Telaio ultraleggero, completamente in fibra di carbonio FACT 11m; geometria dedicata 29er con 100 mm di escursione e kit SWAT incluso.
Ammortizzatore Mini Brain Specialized/Fox con AUTOSAG, rivestimento Kashima.
Forcella RockShox RS-1 a steli rovesciati, corsa 100mm gestita dalla cartuccia Brain.
Ruote Roval Control Carbon SL 29", cerchi senza 'dente' in carbonio, mozzo anteriore specifico RS1.
Guarnitura Shimano XTR a 11 velocità per il massimo trasferimento di potenza.
Freni a disco idraulici Shimano XTR, leggerissimi e potenti.
Cambio posteriore Shimano XTR a 11 velocità.
Comandi Shimano XTR.
Nuovo reggisella telescopico Command Post XCP, specifico per XC, con stelo inferiore in carbonio


 



Zaini idrici USWE con sistema "No Dancing Monkey" ovvero il movimento indesiderato degli zaino che rimbalza sulla schiena quando si pedala o si affrontano tratti tecnici. Questo sistema stabilizza lo zaino e distribuisce correttamente il peso grazie a un imbragatura a 4 punti ammortizzata, allacciamento attraverso una sola fibia centrale e cinghie inferiori impostabili su due taglie.
Grazie al posizionamento strategico di materiale elastico su alcuni punti dell’imbragatura, i movimenti dello zaino vengono smorzati, aumentando la stabilità del carico e agevolando la respirazione del rider.
Un’altra particolarità degli zaini USWE è il kit Helmet Handsfree™, disponibile come optional su tutti i modelli. Si tratta di un sistema di idratazione “mani libere”, che permette di avere la valvola per bere a portata di bocca, all’interno del casco integrale. Ci si può così idratare tenendo le mani sul manubrio.
E’ l’deale per l’enduro, le gare tipo avalanche, ma anche per le giornate di bike park estive o le escursioni che prevedono lunghe discese.
Disponibili i modelli F3 Pro: modello race leggero dotato di sacca idrica da 2 litri e una piccola tasca portaoggetti asportabile.
F4 Pro: lo zaino che coniuga al meglio le esigenze di performance con quelle di carico. Sacca idrica da 3 litri, 9 litri di capacità stivaggio per attrezzi, cibo e telefonini, e dotato di doppio portacasco.
A4 Challenger: ha le stesse caratteristiche del modello F4 Pro, ma l’assenza dei porta casco e altre piccole differenze costruttive permettono di risparmiare un etto di peso.
Disponibili anche on line bikestoreshop.com




Disponibili i nuovi caschi Airoh Fighters Millenium e Trace.
Calotta esterna realizzata in due misure stratificata con il sistema Multi Axial in fibre composite di carbonio e kevlar. Massima leggerezza con superlativo sistema di aereazione. Massimo comfort e sicurezza Airoh Emergnecy System.
Coperchi aereatore superiore compresi nella confezione, peso 900gr.
Disponibili anche on line bikestoreshop.com


Calotta esterna realizzata in due misure stratificata con il sistema Multi Axial in fibre composite di carbonio e kevlar.
Massima leggerezza con superlativo sistema di aereazione. - See more at: http://www.bikestoreshop.com/caschi-integrali/1204-airoh-fighters-millenium-white.html#sthash.zHFPyRl8.dpuf


Disponibili i nuovi zaini idrici Camelbak K.U.D.U. 12 e 18 con paraschiena KOMPERDELL EN1621-2 leader assoluto nella protezione.
Uno dei punti cardine del progetto era di avere il livello più alto di protezione possibile sullo schienale: EN1621-2 ha portato a livello di classe impatto a 2. Il livello di impatto classe 1,che tutti offrono finora,significa che non può trasferire una energia superiore ai 18KN.
Il livello di impatto classe 2 significa che non può trasferire una energia superiore ai 9 KN.
Ossia la protezione scelta da Camelbak è quella migliore in assoluto ad oggi.
Questo si traduce nella protezione migliore sul mercato, in misura unica, leggerissima, flessibile e che si adatta al corpo e cosa fondamentale resistente ai multi impatti che significa che non dovete cambiarla ogni volta.
Disponibili anche i Mule ed i Mule NV in varie colorazioni, sacche idriche Antidote da 2 litri e Bite Valve.




I primi di settembre a valle di EUROBIKE si inizia a parlare della 951, modello da downhill di intense presentato già a primavera nella versione EVO con ruote da 27.5" o che dir si voglia 650b, in allestimento DVO.
Una bicicletta già di suo eccezionale viene arricchita dalla sospensioni DVO nel loro colore verde smeraldo. la bicicletta non è fra le più leggere, ha il telaio in alluninio, e la forcella a steli rovesciati e di certo più pesante delle classiche ma come di certo avrete notato il mercato si sta spostando verso questo sistema di sospensioni abbandonato qualche anno fa ed ora viene ripreso alla grande. rockshox mettu sul mercato la RS1, manitou la Dorado, diversi spy spot dimostrano che anche fox sta lavorando su questi steli rovesciati, per non parlare do Ohlins che in sordina sta entrando nel mondo delle ruote grasse e sta arrivando con una forcella a steli rovesciati. La riduzione delle massa flottanti aumenta la capacità di assorbimento e la velocità di tornare alla posizione iniziale di conseguenza aumentano le performance generali della sospensione, non per nulla tutte le moto utilizzano questo tipo di sospensioni.
Gli altri componenti SPANK che baciano il colore delle sospensioni e poi trasmissioni mista SRAM/Shimano per finire con freni Saint, un vero top di gamma

 951 DVO

link all'album fotografico su Facebook -->> LINK 

la bicicletta si trova presso i nostri locali siti a Viale JF Kennedy 88 - Ciampino (RM)  




Rock Shox presenta oggi la versione aggiornata della gamma Boxxer che da agosto 2014 (questa la data della disponibilità sul mercato) prevederà la compatibilità con lo standard di ruota 27,5”, nuova cartuccia Charge Damper (la stessa che ha reso celebre la Pike), funzionamento sia a molla che ad aria, steli con finitura Fast Black (su tutti i modelli di Boxxer).
Queste modifiche hanno permesso un risparmio di peso di circa 100 grammi, grazie soprattutto all’adozione del Charger Damper che ora presenta un unico registro per la compressione e un registro di rebound per la parte iniziale della corsa.
 


Il Rock Shox DebonAir si tratta di un’opzione che diventerà di serie sul Monarch Plus Rc3 e consente all’ammortizzatore di essere ancora più sensibile nella prima parte di travel, precisamente nel primo 30% di corsa. Questa caratteristica migliora il controllo del mezzo tanto alle basse quanto alle alte velocità.
fonte mtb-cult.it


Reverse Components è un’azienda tedesca che produce ottimi componenti per il mondo delle route grasse. Qui all’Eurobike di Friedrichshafen abbiamo avuto la possibilità di vedere con quanta cura e precisone vengono realizzati.
Per il 2012 è senza dubbio innovativa la nuova pedivelle di Reverse costruita con un nuova lega di alluminio (7050 T6) più robusta del 70% rispetto alle altre.  La Legend Evo è destinata all’uso gravity, pesa solo 755 grammi compreso il movimento centrale integrato da 83mm e la corona da 38 denti. La caratteristica davvero innovativa è la possibilità di variare la lunghezza, da 165 mm a 170 mm con la tecnologia ALS (Adjustable Lenght System) di proprietà della stessa azienda. In sostanza cambiando l’attacco dei pedali con le bussole ALS in dotazione si può scegliere la lunghezza del braccio come più si desidera. Insieme alla Legend Evo sono vendute le due bussole ALS da 165mm e da 170mm ma per chi volesse una personalizzazione più precisa è disponibile anche quella da 167,5mm.



fonte tri.ride

Perchè rivoluzione morbida? Perchè ad un primo sguardo questa Mojo SL-R potrebbe sembrare identica all’SL ma in realtà nasconde al suo interno una serie di novità che hanno portato la Mojo al “next level” del trail biking. Questo succede quando una factory ha una visione, la sposa, ci mette dentro l’anima e la proietta nel futuro rinnovandola e migliorandola costantemente. Le novità più interessanti sono il tubo sterzo conico, l’utilizzo del perno passante Maxxle alla ruota posteriore, il movimento centrale BB92/Press GXP integrato, il supporto freno Post Mount in carbonio e una componentistica da capogiro con il nuovo Fox RP23 Kashima coat ed il cambio Shimano XTR con sistema Shadow plus. Il tutto per una bici completa con 140mm d’escursione che pesa soltanto 10,16 kg. Quest’obietttivo è stato raggiunto grazie ad un nuovo processo di stampaggio del carbonio che ha permesso di risparmiare peso sul telaio. Ma vediamo una ad una queste nuove feature e cerchiamo di capire cosa portano di nuovo alla Mojo.

Come riportato dal sito pratoselva.it

ATTENZIONE!!!
APERTURA RINVIATA!!!

Ragazzi...purtroppo, a causa di
scariche atmosferiche durante
i temporali di ieri, l'impianto
di risalita ha subito dei danni.
Siamo quindi costretti,
nostro malgrado,
a rimandare l'apertura.
Ci siamo attivati per riparare
il guasto il più in fretta possibile
per poter inaugurare
la stagione 2011 quanto prima.